Table './app_webeuroholding/users_hash' is marked as crashed and should be repairedTable './app_webeuroholding/users_hash' is marked as crashed and should be repaired Luca Serena, Euroholding, ha trasformato Unimpresa in Confindustria Romania
Search:
Istoric News Furnizori Jobs Contact
română italiano english
Euroholding Euroconstruct Europrefabricate - prefabricate din beton IMP TRAVEL Europroducts Monlandys IMP Romania Netex
 
EUROHOLDING
 
» Despre noi
» Dosar de presă
» Contact

» Istoric
» News
» Furnizori
» Jobs
» Links


Achizitii proiecte





Complex rezidential Timisoara - Villaggio Mediterraneo
 

Dosar de presa

Ian Feb Mar Apr Mai Iun Iul Aug Sep Oct Noi Dec
2011
2010
2009
2008
2007
2006


Luca Serena, Euroholding, ha trasformato Unimpresa in Confindustria Romania
Ziua de Vest, 7.02.2011, 2011-02-07

“Luca Serena, Euroholding, ha trasformato Unimpresa in Confindustria Romania”
Ziua de Vest, 7.02.2011
Gli affari della Euroholding sono aumentati l’anno scorso del 15%, a circa 75 milioni di euro, nel ritmo previsto, e potrebbero aumentare del 5% quest’anno, ha dichiarato il presidente del gruppo specializzato nel settore delle costruzioni, Luca Serena. ‘L’anno scorso siamo riusciti a raggiungere il nostro obiettivo, pero’ siamo ancora lontani dal livello del 2008. I segni di questo inizio d’anno sono migliori rispetto a quelli del gennaio 2010’, ha detto Luca Serena, citato da Mediafax. Euroholding, controllato dal gruppo italiano Industrie Maurizio Peruzzo, e’ formato dalle imprese Euroconstruct (edilizia), Europrefabricate (produttore di elementi prefabbricati in cemento armato), Europroducts (produttore di calcestruzzo e serramenti), Eurologistica (realizza escavazioni, demolizioni e basamenti speciali), Eurodesign (progettazione e product management), Monlandys (sviluppatore immobiliare), IMP Romania e Netex, con delle attivita’ nel settore tessile. A tutto cio’ si aggiunge la societa’ Euroholding, che gestice le attività e le strategie delle imprese del gruppo. Serena ha affermato che il gruppo entrera’ quest’anno in due segmenti nuovi, di produzione dei collettori di acqua domestica, rispettivamente di realizzazione della carpenteria per porte, in partenariato con due imprese italiane. Luca Serena è anche il presidente di un’associazione – Confindustria Romania, che rappresenta le aziende italiane in Romania. L’associazione degli investitori italiani in Romania, ha cambiato giovedi il nome da Unimpresa in Confindustria Romania, ed ha annunciato l’affiliazione alla maggiore confederazione italiana di imprenditori, Confindustria.
Gli investitori italiani criticano le misure del Governo
‘Le società italiane offrono posti di lavoro per 800.000 romeni, il 10% della popolazione lavorativa attiva, e contribuisce con il 5% al PIL della Romania. In piena crisi, la bilancia commerciale tra la Romania e l’Italia è aumentata del 16% nel 2010, fino a 6,4 milioni di euro. L’Italia e la Romania hanno una relazione speciale: comparativo, gli scambi tra l’Italia e l’India, che ha oltre un miliardo di abitanti, sono di solo 5 miliardi di euro’, ha dichiarato, giovedi’, Luca Serena, il presidente dell’associazione degli investitori italiani Confindustria Romania. ‘Per l’Italia, la Romania e’ un paese speciale: 29.000 aziende italiane sono operanti nella Romania. Anche se diciamo che metà di queste aziende sono inattive, rimaniamo sempre con un numero molto importante’, ha aggiunto Serena. Per fare la Romania anche piu’ atrattiva per gli investitori stranieri, il presidente della Confindustria Romania ha chiesto un Codice del Lavoro piu’ flessibile ed una serie di agevolazioni fiscali per gli esportatori: ‘I problemi degli investitori italiani non sono cosi diversi da quelli degli investitori romeni. Sicuramente un Codice del Lavoro che permette una maggiore flessibilita’ del lavoro, leggi che riducono l’IVA per certe categorie di prodotti, una legge che introduce un’esenzione dall’IVA per quelli che esportano, queste sono le norme che potrebbere aiutare gli imprenditori italiani in questo clima economico difficile’. Serena ha criticato la decisione del governo di aumentare il livello dell’imposta sul valore aggiunto: ‘Non sono mai stato d’accordo con l’aumento dell’IVA, perche’ ho visto che questa misura, adottata in altri paesi, come l’Ungheria, ha avuto dei buoni risultati all’inizio, ma alla fine ha portato all’evasione. L’IVA è un qualcosa che grava sulle spalle del consumatore finale e quando il consumo finale diminuisce, non crediamo che sia una misura giusta quella di aumentare l’IVA e cosi aumentare anche i prezzi’.

Table './app_webeuroholding/users_hash' is marked as crashed and should be repaired
 
19/07/2011
  Anuntul de incheiere proiect Europroducts - Programul Operaţional Sectorial „Cresterea Competitivitatii Economice” co-finanţat prin Fondul European de Dezvoltare Regională „Investiţii... » citeste tot
04/05/2011
  IMP Romania – anunt informare publica pentru acord mediu - ANUNŢ  PUBLIC       S.C. I.M.P. ROMÂNIA INDUSTRIAL CO S.A., cu sediul social în Chisoda, str. Calea Sagului,... » citeste tot
30/12/2010
  SC EUROPREFABRICATE SRL a derulat pe o perioada de 6 luni, proiectul „un loc de muncă mai sigur pentru angajați mai -   Proiect cofinanţat din Fondul Social European prin Programul Operaţional... » citeste tot

» mai multe stiri
  ©2018 Euroholding Group. Login