Table './app_webeuroholding/users_hash' is marked as crashed and should be repairedTable './app_webeuroholding/users_hash' is marked as crashed and should be repaired Il capo di Euroholding - L'inflazione legislativa frena il business
Search:
Istoric News Furnizori Jobs Contact
română italiano english
Euroholding Euroconstruct Europrefabricate - prefabricate din beton IMP TRAVEL Europroducts Monlandys IMP Romania Netex
 
EUROHOLDING
 
» Despre noi
» Dosar de presă
» Contact

» Istoric
» News
» Furnizori
» Jobs
» Links


Achizitii proiecte





Complex rezidential Timisoara - Villaggio Mediterraneo
 

Dosar de presa

Ian Feb Mar Apr Mai Iun Iul Aug Sep Oct Noi Dec
2011
2010
2009
2008
2007
2006


Il capo di Euroholding - L'inflazione legislativa frena il business
Ziarul Financiar, 21 febr 2011, 2011-02-21

Il capo di Euroholding: “L’inflazione legislativa” frena il business. “Servono meno leggi e più concise”

Ziarul Financiar, 21 februarie 2011

Il settore delle costruzioni residenziali avrà una ripresa inizialmente nelle città più piccole e poi nella Capitale, nelle condizioni in cui nella provincia ci sono meno edifici residenziali costruiti, considera Luca Serena, il presidente del gruppo italiano Euroholding.
Il settore residenziale ha conosciuto un boom soprattutto a Bucarest, perche c’era domanda, si e’ costruito moltissimo però, gran parte di questa “scorta” e’ rimasta non venduta. Nelle piccole città, dall’altra parte, non si e’ costruito così tanto” considera Luca Serena, il quale gestisce in Romania il gruppo italiano Euroholding con attività nell’industria delle costruzioni, tessile ed immobiliare.
Inoltre, lui dice che la Romania non deve perdere “il treno” dei fondi europei destinati all’infrastruttura, perché il Governo non ha il potere economico per investire da solo nella costruzione di autostrade.
“Di solito, si sbaglia considerando che solo dopo che si costruiscono le case, gli alberghi si deve fare anche l’infrastruttura. Ed e’ proprio il contrario: prima si deve fare l’infrastruttura. Non ha senso costruire alberghi o promuovere la Romania come destinazione turistica se non ci sono autostrade, aeroporti vicino alle attrazioni turistiche” spiega Serena. Inoltre, l’italiano ha criticato “l’inflazione legislativa” della Romania, spiegando che lo stesso errore ha fatto anche l’Italia nel passato. “Servono meno leggi e più concise.”
Affari in crescita del 18%
Il fatturato del gruppo Euroholding e’ aumentato l’anno scorso del 18%, a 65 milioni euro, soprattutto grazie a l’aumento dei lavori nel settore pubblico però anche nel settore auto, nelle condizioni in cui il gruppo e fornitore di foderi per sedili d’auto e materiali insonorizzanti per la Dacia.
Aggiungendo anche gli affari che la societa’ Euroholding ha in Bulgaria, dove e’ presente, il fatturato del gruppo e’ ammontato intorno a 75 milioni di euro, e per il 2011, Serena prevede una crescita totale di quasi 85 milioni euro, 70 milioni euro rappresentando il livello del business nella Romania.
La più importante azienda del gruppo, dal punto di vista del fatturato, e’ stato per l’anno scorso Euroconstruct, che ha registrato un fatturato di 20 milioni di euro e per il 2011 e’ stata previsto

nel budget un fatturato in crescita, pari a 25 milioni euro. In presente, Euroconstruct sta svolgendo la costruzione di una palazzina di uffici di sei piani nella zona Calea Mosilor, la riabilitazione della sede BCR presso Bucharest Financial Plaza, un edificio tipo call-center a Galati e quattro micro-idrocentrali a Satu Mare. Quest’anno, l’azienda finira’ i lavori per il centro medico “Policlinico di Monza” a Bucarest, ma anche un albergo di cinque stelle a Cluj.
“Rispetto a gennaio-febbraio dell’anno scorso, nel 2011 ci sarà più domanda sul mercato delle costruzioni. Abbiamo partecipato a numerose gare organizzate dal Ministero dei Trasporti, però, generalmente partecipiamo direttamente a questo tipo di gare solo se hanno un valore inferiore a 10 milioni euro. Alle gare più grandi partecipiamo in qualità di subappaltatori, come e’ stato il caso dell’autostrada Arad - Timisoara, dove abbiamo eseguito scavi, ponti, pilastri” ha affermato Serena. Dall’altra parte, Eurodesign, l’azienda del gruppo che opera nel settore della progettazione e la quale ha registrato l’anno scorso un fatturato di 1-1,1 milioni euro, ha vinto la gara per la costruzione del nuovo parco tecnologico del Consiglio del Distretto Timis, ma anche per l’espansione dell’Università de Vest, a Timisoara, mentre Europrefabricate e’ subappaltatore per la tangenziale di Caransebes e sta realizzando un parcheggio sotterraneo in elementi prefabbricati a Timisoara.
Euroholding e’ presente sul mercato romeno anche con le aziende Netex e I.M.P. Romania, che operano nel settore tessile. L’anno scorso, le due società hanno registrato un fatturato complessivo di 6 milioni euro e per il 2011 c’e’ in progetto la fusione delle due. La societa’ Euroholding ha in Romania due fabbriche tessili (a Timisoara e a Bistrita), due fabbriche di prefabbricati (a Timisoara e a Targoviste), due stabilimenti per la produzione di calcestruzzo (a Timisoara e a Lugoj), nonché una base di produzione di Euroconstruct a Otopeni.
Al presente, il valore delle azioni dell’Euroholding nella Romania ammonta a 65 milioni euro, nelle condizioni in cui nel 2008 esse ammontavano a 80 milioni euro ed il numero dei dipendenti era di 700 rispetto 1.300 quanti erano circa due anni fa, secondo i dati della compagnia.
Quest’anno, il gruppo continuerà a fare investimenti nella costruzione di una fabbrica di prefabbricati a Timisoara ed in nuovi impianti per Europroduct, un’altra azienda del gruppo che produce calcestruzzo e che ha avuto un fatturato di 8 milioni di euro. Gli investimenti programmati per il 2011 per i due obiettivi saranno di circa 6,7 milioni euro.
Euroholding fa parte del gruppo italiano Industrie Maurizio Perruzzo, uno dei più importanti produttori di tessili a livello mondiale, che però in Romania ha una forte presenza anche nel settore delle costruzioni.

1450 aziende italiane sono venute l’anno scorso in Romania
“Le aziende devono essere sostenute nel loro sforzo di consolidarsi ed innovarsi, soprattutto con finanziamenti a lungo termine che permettono piani di investimento ed operazioni strategiche, non solo tattiche” avverte Serena, il quale occupa altresì l’incarico di presidente dell’associazione degli imprenditori italiani - Confindustria Romania - il nuovo brand sotto il quale sta operando l’associazione Unimpresa Romania. L’interesse degli investitori italiani per la Romania non e’ diminuito, al contrario, sostiene Serena. “Nel 2010 sono state registrate circa 3000 società straniere tra cui 1.450 sono italiane. E’ un segnale che ci sono società che credono ancora nel futuro della Romania come potenziale mercato. I settori in cui le aziende italiane hanno investito nell’ultimo periodo, in Romania, sono l’agroalimentare, meccanico e l’energia rinnovabile”. Tra le compagnie italiane presenti sul mercato romeno c’e’ anche l’Enel, il più grande fornitore privato di energia elettrica dalla Romania, che ha avviato l’anno scorso anche una serie di progetti eolici nella zona di Dobrogea. Come spiega Serena l’arrivo degli investitori italiani anche nelle condizioni della crisi? “La crisi porta anche delle opportunità, perché oggi costa meno costruire, gli stipendi sono più bassi e gli investitori hanno intraveduto un’opportunità per penetrare alcuni settori.

Table './app_webeuroholding/users_hash' is marked as crashed and should be repaired
 
19/07/2011
  Anuntul de incheiere proiect Europroducts - Programul Operaţional Sectorial „Cresterea Competitivitatii Economice” co-finanţat prin Fondul European de Dezvoltare Regională „Investiţii... » citeste tot
04/05/2011
  IMP Romania – anunt informare publica pentru acord mediu - ANUNŢ  PUBLIC       S.C. I.M.P. ROMÂNIA INDUSTRIAL CO S.A., cu sediul social în Chisoda, str. Calea Sagului,... » citeste tot
30/12/2010
  SC EUROPREFABRICATE SRL a derulat pe o perioada de 6 luni, proiectul „un loc de muncă mai sigur pentru angajați mai -   Proiect cofinanţat din Fondul Social European prin Programul Operaţional... » citeste tot

» mai multe stiri
  ©2018 Euroholding Group. Login