Table './app_webeuroholding/users_hash' is marked as crashed and should be repairedTable './app_webeuroholding/users_hash' is marked as crashed and should be repaired Dalle biomasse alle bottiglie
Search:
Istoric News Furnizori Jobs Contact
română italiano english
Euroholding Euroconstruct Europrefabricate - prefabricate din beton IMP TRAVEL Europroducts Monlandys IMP Romania Netex
 
EUROHOLDING
 
» Despre noi
» Dosar de presă
» Contact

» Istoric
» News
» Furnizori
» Jobs
» Links


Achizitii proiecte





Complex rezidential Timisoara - Villaggio Mediterraneo
 

Dosar de presa

Ian Feb Mar Apr Mai Iun Iul Aug Sep Oct Noi Dec
2011
2010
2009
2008
2007
2006


Dalle biomasse alle bottiglie
Milano Finanza, 2010-03-20

IMP - Nuovi progetti in cantiere per un gruppo da 280 milioni

Inizierà a produrre da aprile il granulo in Pet riciclato, per realizzare nuove bottiglie di plastica, segnando di fatto, con il primo impianto in funzione in Italia, l'ingresso nel settore del «food contact» delle Industrie Maurizio Peruzzo (Imp). Il gruppo padovano è attivo, con un ventaglio di 29 società e stabilimenti tra Italia, Romania, Polonia, Bulgaria, Tunisia e Brasile, in due settori distinti: le fibre e i tessuti non tessuti, prodotti a partire dalle scaglie delle bottiglie riciclate (30mila tonnellate ogni anno, per il 35% vendute come tali ad altre aziende, un settore che rappresenta l'80% del giro d'affari in Italia e il 60% di gruppo), destinati alle imbottiture tecniche per l'abbigliamento sportivo e l'arredamento, l'edilizia, l'ingegneria civile e l'auto. Imp è poi presente, per una quota del 20% in Italia e del 40% di gruppo, anche nell'immobiliare e nei prefabbricati e nelle costruzioni per centri commerciali, logistici e capannoni industriali, in cui detiene, fuori dall'Italia, posizioni di rilievo in Romania (25 milioni di euro di ricavi nel 2009), Polonia e Bulgaria (10 milioni ciascuno).

Con 1.600 addetti a livello di gruppo, Imp ha raggiunto nel 2009 i 280 milioni di euro di fatturato (70 quelli dovuti ai prefabbricati e costruzioni), «Abbiamo chiuso al 31 dicembre con un -18%», dice Sergio Panza, amministratore delegato di Orv, la holding operativa del gruppo. «Gli ultimi mesi del 2009 sono stati comunque migliori dello stesso periodo 2008 e nei primi due del 2010, rispetto all'avvio dello scorso anno, abbiamo segnato un recupero del 20%». Il 2010 segnerà tre sviluppi di rilievo. Iniziando dall'ingresso nel «food contact», con cui Imp innova ulteriormente la missione originaria, nata nel 1949 con il recupero degli scarti tessili per produrre feltri e materassi, di fabbricare prodotti di valore dai materiali riciclati.

Così Imp sta installando, alla Valplastic di Carmignano di Brenta, nel Padovano, il nuovo impianto, che dalle scaglie delle bottiglie riciclate produrrà il granulo rigenerato, che potrà essere riutilizzato, secondo le norme Ue recepite ora anche dall'Italia, per realizzare prodotti per il contatto alimentare, come le nuove bottiglie. «Saremo i primi in Italia a fare questo passo», afferma Panza. «Siamo soddisfatti di questa scelta di sette mesi fa e che ci vedrà almeno per un po'come protagonisti. C'è interesse per questa soluzione, che per ora rimarrà per noi una nicchia: non possiamo comunque far saltare l'equilibrio nella fornitura delle nostre scaglie di Pet alle diverse lavorazioni. Ma è certo che il gruppo si sta trasformando sempre più rispetto al ruolo di industria prettamente tessile qual era fino a qualche anno fa».

In questa direzione di trasformazione Imp percorrerà poi, con la società Termotex, la strada dei tessuti riscaldanti, partendo dall'esperienza commercializzata con il marchio Termorace, il brevetto del tessuto in fibra di poliestere e filo di carbonio con cui Imp ha prodotto le termocoperte per riscaldare le gomme motociclistiche da competizione. Un'esperienza che Imp vuole ora estendere, puntando a realizzare termocoperte di nuova generazione. E sempre nell'estensione delle esperienze acquisite, e del riciclaggio di valore, Imp sta aprendo il suo settore Engineering alla progettazione e realizzazione di impianti per la produzione di elettricità da biomassa. «Fin qui la divisione ha venduto macchine e impianti chiavi in mano per la produzione di tessuti non tessuti», dice l'amministratore delegato, «Abbiamo clienti negli Stati Uniti, in Polonia, Russia e Bielorussia, Turchia, Arabia e Cina. Lo scorso anno abbiamo realizzato un fatturato di 30 milioni di euro».

Risultati comunque esposti alle fluttuazioni degli investimenti in un settore particolare. Ma ora subentra un passo decisivo. «Da un anno e mezzo», spiega Panza, «abbiamo acquisito la licenza per un impianto di produzione di energia elettrica e calore da biomassa: moduli per la produzione di 250-300 kilowatt, realizzabili anche in serie. Stiamo perfezionando l'impianto, abbiamo già firmato alcuni contratti. In questo modo l'obiettivo di mantenere in capo all'Engineering un fatturato stabile di 30 milioni non appare irraggiungibile».

L'ultimo sviluppo da percorrere è nelle costruzioni. Imp ha appena costituito una società commerciale in Serbia, la Imp Balkan, per esplorare questo mercato sperando di ripetere i successi ottenuti in Romania e Bulgaria. (riproduzione riservata)

Table './app_webeuroholding/users_hash' is marked as crashed and should be repaired
 
19/07/2011
  Anuntul de incheiere proiect Europroducts - Programul Operaţional Sectorial „Cresterea Competitivitatii Economice” co-finanţat prin Fondul European de Dezvoltare Regională „Investiţii... » citeste tot
04/05/2011
  IMP Romania – anunt informare publica pentru acord mediu - ANUNŢ  PUBLIC       S.C. I.M.P. ROMÂNIA INDUSTRIAL CO S.A., cu sediul social în Chisoda, str. Calea Sagului,... » citeste tot
30/12/2010
  SC EUROPREFABRICATE SRL a derulat pe o perioada de 6 luni, proiectul „un loc de muncă mai sigur pentru angajați mai -   Proiect cofinanţat din Fondul Social European prin Programul Operaţional... » citeste tot

» mai multe stiri
  ©2018 Euroholding Group. Login